https://www.pregio.org/immagini_comuni/15-02-2021/1613399499-482-.jpg
Informazioni sul Borgo
Indirizzo : Piazza Aristide Frezza, 6 - Capranica Prenestina
Telefono: 06 9584031/126
Fax: 06 9584337
E-mail: posta@comunecapranica.it
Pec: comunecapranicaprenestina@pec.it
Sito internet: www.comunecapranicaprenestina.it
Numero abitanti: 314
Altitudine: 915 m
CONDIVIDI SUI SOCIAL

Capranica Prenestina è un borgo di origine medievale, che vide le proprie sorti legate alle vicende di due famiglie nobiliari: Colonna e Capranica. La prima citazione storica del paese si riscontra in un documento del 1252, secondo il quale Capranica Prenestina veniva assegnata ad Oddone Colonna. Il feudo rimase di proprietà dei Colonna per oltre quattro secoli. L’elezione, all’inizio del XV secolo, al soglio pontificio di Martino V, Oddone Colonna, segnò per Capranica, come per gli altri feudi della famiglia Colonna, un periodo di rinascita. Martino V, nel maggio del 1426, nominò cardinale Domenico Capranica, uomo di raffinata cultura e di notevoli capacità politiche e diplomatiche. Nel 1563 il feudo di Capranica fu venduto ai Massimo, che a loro volta, nel 1568, lo cedettero ad Angelo Capranica e nel 1654 divenne di proprietà della famiglia Barberini, che, nel 1665, concesse il primo statuto e solo nel 1870 rinunciò ai diritti feudali concedendoli in enfiteusi perpetua al Comune di Capranica Prenestina.
Alla famiglia Capranica sono legati i due edifici più importanti del paese: la Chiesa di Santa Maria Maddalena e il palazzo baronale, oggi Palazzo Barberini. La Chiesa di Santa Maria Maddalena, sorge su una struttura risalente al XII secolo, di cui oggi rimane, seppur con qualche rimaneggiamento trecentesco, solo il campanile. L’elemento più caratteristico della costruzione è la sua Cupola, di diretta ispirazione bramantesca, ritenuta dagli studiosi uno degli esempi più pregevoli dell’architettura romana del XVI secolo. Il Palazzo Barberini conserva ancora intatta la struttura cinquecentesca, mentre l’interno è stato quasi del tutto rinnovato ed attualmente ospita il Comune ed il Museo Civico Naturalistico dei Monti Prenestini. Altre chiese che sono presenti a Capranica Prenestina sono: la Madonna delle Grazie detta delle Fratte, risalente alla prima metà del ‘500, e la Chiesetta di San Rocco, costruita dove sorgeva una primitiva chiesa risalente al XVII secolo. Importante luogo di culto è il Santuario della Mentorella, dedicato a Santa Maria delle Grazie, situato a strapiombo sulla sottostante Valle del Giovenzano, risalente secondo la tradizione al VI secolo d.C.
Appartenente al Comune di Capranica Prenestina è il borgo di Guadagnolo, centro abitato più alto del Lazio. Proprio sulla sommità del paese si ergeva l’antica Chiesa di San Giacomo Apostolo. Nel 1950 il decadimento prodotto dalla pioggia e dall’umidità ne determinò il crollo. Successivamente fu costruita una nuova Chiesa dedicata a San Giacomo Apostolo, situata all’entrata del piccolo borgo. L’opera di maggiore pregio storico-artistico resta il Monumento al Gesù Redentore; l’opera realizzata in pietra locale dallo scultore Raffaele Zaccagnini, su proposta dello storico Monsignor Giuseppe Cascioli, fu inaugurata nel 1903; tuttavia, già nell’immediato dopoguerra, il monumento risultava in pessime condizioni. A seguito di numerosi crolli, anche a causa di fulmini abbattutisi sulla statua, questa fu definitivamente sostituita nel 1976 da una grande opera in bronzo dello scultore Elverio Veroli.

 

Contenuti Extra

Cosa visitare