LA MOSCIARELLA

Immagine 019
DSCN0384
Immagine 023
MOSCIARELLA 2
IMG-4408
Mosciarella2
Mosciarella3

LA MOSCIARELLA

La Mosciarella, la castagna secca.

La castanicoltura è stata per secoli il fulcro della vita quotidiana della popolazione capranicense. Se la castagna ha rappresentato l’alimento principale, anche se povero, per il sostentamento della popolazione, successivamente è diventata una risorsa economica per lo sviluppo della montagna. Oggi, la nuova vita di questo prodotto agricolo apre occasioni produttive ed economiche diverse, che si riferiscono non solo alla nascita di un mercato di nicchia in grado di esaltare la qualità e la salubrità dei suoi frutti, ma soprattutto allo sviluppo di una cultura che, in questa ricchezza paesaggistica ed ambientale, riconosce la testimonianza di valori dell’antica tradizione degli abitati di questi luoghi.

Attraverso la partecipazione alle attività che ogni anno organizza il Museo Civico Naturalistico dei Monti Prenestini (escursioni, laboratori a tema) e il Comune di Capranica Prenestina (Sagra della Mosciarella, nel mese di novembre) è possibile rivivere quella frequentazione quotidiana del castagneto. In particolar modo durante i periodi di raccolta, nel mese di ottobre, è possibile partire a piedi direttamente dal centro abitato e ripercorre il sentiero “Ciuccio” (chiamato così perché si percorreva solitamente con l’asino) per arrivare direttamente all’interno del castagneto mediante il sentiero” Anello del castagneto”; mediante tali sentieri battuti si è circondati dagli adattamenti costruttivi che l’uomo ha nei secoli operato (battuti pavimentali, muretti di contenimento, sostruzioni). Lungo queste “antiche vie”, perfettamente integrate nell’ambiente circostante, si possono osservare, ancora oggi, le “casette”, i vecchi essiccatoi che venivano un tempo impiegati per la lavorazione della castagna. Questi luoghi, deputati alla trasformazione del prodotto da fresco a essiccato, sono la perfetta integrazione tra uomo e ambiente, testimonianza antropologica e storica delle attività castanicole tradizionali compatibili con la conservazione del paesaggio. Oggi, questi 36 essiccatoi sono una meta escursionistica affascinante, avvolta dalla vegetazione e da castagneti secolari, simbolo di una tradizione a rischio.

Questo prodotto agricolo “La Mosciarella”, unico nella Regione Lazio, è presente al numero 81 del Decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali dell’8 agosto 1999, n. 350 (Regolamento recante norme per l’individuazione dei prodotti tradizionali di cui all’articolo 8, comma 1, del D.Lgs. 30 aprile 1998, n. 173) – scheda ARSIAL dei “Prodotti di qualità tradizionali”.

Comments are closed here.

Configurazione cookies - Le informazioni riguardanti i Cookies che usiamo sono riportate nella Cookies policy. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close