CAPRANICA PRENESTINA

12705362_10207273495270168_6609006353596974255_n
17812156
DCF 1.0
DCF 1.0
DSCF1904
DSCF1925
DSCF1937
IMG_5990
PICT5183

CAPRANICA PRENESTINA

Capranica Prenestina è un borgo arrampicato su un cucuzzolo dei Monti Prenestini a più di 900 metri d’altezza; distante soli 44 km da Roma, è un piccolo gioiello ricco non solo di natura, paesaggi straordinari e bellezze storico-artistiche, ma anche di quei piccoli segni della storia umana rintracciabili nelle tipologie costruttive delle case, nelle antiche tecniche di coltivazione, nei prodotti tipici locali e in quella cucina povera che, ieri segno di miseria, oggi è una ghiotta curiosità gastronomica.

Borgo di origine medievale, Capranica Prenestina vide le proprie sorti legate alle vicende di due famiglie nobiliari: Capranica e Colonna. Alla famiglia Capranica, in particolare, sono legati i due edifici più importanti del paese: la chiesa di Santa Maria Maddalena, che sorge su una struttura risalente al XII secolo di cui oggi rimane, seppur con qualche rimaneggiamento trecentesco, solo il campanile; il palazzo baronale, oggi Palazzo Barberini, edificato su una struttura più antica che conserva ancora intatta la struttura cinquecentesca, mentre l’interno è stato quasi del tutto rinnovato ed attualmente ospita il Comune ed il Museo Civico.

Capranica Prenestina si propone come punto di riferimento ideale per le escursioni nel territorio: attraverso una sentieristica specializzata ed appositamente attrezzata è possibile immergersi nel bosco seguendo il Sentiero della Tradizione ai Castagneti, strettamente legato alla tradizione della coltivazione della castagna, oppure partendo dalla frazione di Guadagnolo che costituisce il centro abitato più alto del Lazio a 1218 metri s.l.m., scoprire il Monte Guadagnolo percorrendo il Sentiero delle Creste.

 Da visitare anche il Museo Civico Naturalistico dei Monti Prenestini, con un percorso museale certificato dal Marchio di Qualità che adotta sistemi espositivi con modalità e accorgimenti stimolanti ed interattivi, in grado di coinvolgere il visitatore, l’escursionista, l’appassionato o il semplice curioso.

Per avvicinare ancor di più i cittadini alla natura, il museo esce anche allo scoperto con l’area didattica del Giardino e con le passeggiate sui Monti Prenestini e nel borgo di Guadagnolo.

Comments are closed here.

Configurazione cookies - Le informazioni riguardanti i Cookies che usiamo sono riportate nella Cookies policy. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close